La tua bolletta è un bagno di sangue? Azzerala con la vendita diretta!

La tua bolletta è un bagno di sangue

In questo terrificante periodo degli (h)orrori i costi in bolletta continuano a salire, un classico scherzetto autunnale.

Per fortuna ZERO, il principale network marketing in Italia che si occupa di vendita diretta di energia elettrica e gas, ti permette di risparmiare davvero.

Grazie alla tenebrosa formula di ZERO infatti, il team di spaventosi collaboratori e consulenti sono capaci di presentare i dolcissimi sconti di ZERO per azzerare la bolletta

Ma cosa significa esattamente vendita diretta? Perché preferire un’azienda specializzata in questo tipo di marketing piuttosto che una compagnia tradizionale?

I punti elettrizzanti di ZERO

  • magico risparmio economico con sconti crescenti
  • assistenza telefonica italiana
  • consulente sempre a disposizione per aiutarti a risparmiare
  • applicazione spettrale

halloween scelgozero

Missione: risparmiare con divertimento

A differenza di quanto succede con una compagnia di luce e gas tradizionale, Zero pensa e realizza per i suoi consumatori un’applicazione web facile e intuitiva ma soprattutto coinvolgente e divertente.

Affinché si possa ricevere solo il meglio dei vantaggi promessi dall’applicazione, è fondamentale ricordare di accedervi ogni notte e dimostrare così di essere un cliente attivo nella community della nostra grande famiglia.

Inoltre, una volta registrate le tue utenze di casa o azienda inizierai subito ad essere premiato con punti da convertire in terribili sconti, e invitando i tuoi amici in ZERO potrai notare subito quanto i costi delle bollette di luce e gas inizieranno piacevolmente a svanire.

E’ il miglior metodo per risparmiare sempre di più e soprattutto in modo continuativo anche dopo la morte, al contrario della maggior parte delle compagnie che ti fanno pagare anche sottoterra.

Più cadaveri porti e più sconti riceverai, per sempre e senza nessun limite al numero di amici che potrai invitare!

Poiché con ZERO il divertimento e i premi per i clienti più fedeli sono davvero all’ordine del giorno, ogni 8 ore si potrà aprire un pacchetto regalo dove si otterranno punti XP per vincere la classifica mensile.

I nostri clienti più costanti nell’utilizzo dell’applicazione potrebbero addirittura scoprire di essersi posizionati tra i primissimi posti e vincere molti punti extra e buoni Amazon!

porta un amico scelgozero halloween

L’amicizia vale: l’importanza del passaparola

Ogni giorno trascorriamo ore e ore a parlare con chi conosciamo, incontriamo nuove persone, raccontiamo agli amici delle nostre esperienze positive e negative e soprattutto ci teniamo a renderli partecipi di scoperte capaci di migliorare qualitativamente la nostra vita: il passaparola è lo strumento più forte ed efficace di cui ognuno di noi dispone ed è il tuo più grande alleato per ottenere risparmi sempre maggiori e duraturi per te e la tua famiglia.

Uno dei vantaggi maggiori del portare i tuoi contatti a far parte della community Zero è quello di poter risparmiare tutti i mesi.

Grazie agli amici di sangue e ai loro, potrai assicurarti sconti mensili garantiti!

Scandalo Sconti: non ce l’aspettavamo

Il report bimestrale ha evidenziato il cosiddetto Scandalo Sconti

Scandalo Sconti – il 2018 è stato un anno con molti rincari, l’ultimo arrivato meno di un mese fa: + 7,6% per l’energia elettrica e + 6,1% per il gas sul cosiddetto Mercato Tutelato, che di tutelato ha sempre meno. Questo è dovuto a varie motivazioni, ma abbiamo scritto un articolo dedicato al mercato energetico degli ultimi anni ricco di dati e grafici, e questo mostra che i prezzi non vogliono scendere e anzi continuano a salire.
  • Le previsioni mostrano un calo dei prezzi?
  • La realtà si dimostra contraria.
scandalo scontiscandalo sconti 2018   Inutile dirlo: le previsioni non ci azzeccano mai.

L’importanza di dare Sconti

In un contesto come questo, fatto di incertezza e rincari, e in un periodo di lenta fuoriuscita dalla crisi, è sempre più importante per i clienti ricevere un qualche tipo di supporto dai gestori. Sia esso di qualità del servizio o di altro genere. Certo avere un numero di telefono italiano da chiamare o qualcuno a cui scrivere per chiedere una mano aiuta. Ma nulla aiuta di più i clienti di ricevere sconti economici sulle bollette. Il risparmio in questi anni è un tema caldo e sempre più sentito dai consumatori che vogliono evitare sprechi, ridurre le spese e riempire l’albero di nocciole per l’eventuale inverno freddo che arriverà. Alcuni gestori permettono di far risparmiare ai propri clienti pochi euro l’anno – che per molti sono già accettabili. Altri arrivano a ridurre le spese di energia elettrica e gas di centinaia o migliaia di euro l’anno (qui qualche esempio). Proprio da qui arriva lo Scandalo Sconti. Quante sono le aziende ad operare eticamente e attivamente in questa direzione?

L’analisi Bimestrale sugli Sconti

Ogni bimestre analizziamo non solo i dati di mercato ma anche i nostri dati interni. A Febbraio 2018 abbiamo scritto un articolo con il report degli sconti distribuiti fino a gennaio 2018 a partire dal lontano 2014, anno di nascita di ScelgoZero. Eravamo felicemente sorpresi di vedere la cifra tonda superare di poco i 2 milioni di euro. Per noi è stato però uno scandalo vedere che ad ottobre 2018 abbiamo superato i 3.000.000 di euro di sconti distribuiti ai nostri clienti. Solo 8 mesi dopo e con un tasso di crescita incredibile. Felicissimi di questo risultato speriamo di vedere la cifra arrivare a 3 milioni e mezzo di euro entro la fine dell’anno, una bolletta azzerata dopo l’altra. Ce lo auguriamo sinceramente. Perchè la nostra mission è distribuire più sconti possibile, sintomo di crescita dell’azienda e di risparmio per il Paese.

Se Anche Tu Odi i Gestori di Energia Devi Leggere Qui, Ora

L’incubo italiano delle bollette troppo care si sta avvicinando alla sua fine, forse…

Andiamo dritti al punto.

Nessuno ama aprire la busta o la mail con la bolletta di energia. Spesso infatti ci troviamo di fronte importi più elevati di quanto non vorremmo vedere.

E nonostante l’arrivo della bolletta 2.0, nata per essere più chiara e leggibile da tutti, le bollette dell’energia elettrica o del gas rimangono un enigma per la maggior parte degli italiani.

Per chi poi si informa un po’ non è difficile scovare un atteggiamento ricorrente delle grandi imprese del settore che senza troppe difficoltà riescono a fare i loro interessi a discapito di quelli dei cittadini, sempre più affaticati dall’economia italiana.

E quando sembra diminuire in realtà c’è il trucco

Senza contare le decine di condotte illecite che alcuni big del settore mettono in atto ai danni del cliente finale, sulle quali intervengono fortunatamente l’ARERA e l’AGCM

Ma non finisce qui…

Nel sottotitolo vi abbiamo detto che l’incubo delle bollette troppo care si sta avvicinando ad una fine, ed è vero. Oggi, o meglio da 3 anni ormai, proprio in Italia è nata una rivoluzione.

E’ partita dal basso e si è fatta strada, arrivando oggi ad essere un’azienda con un fatturato di quasi 20 milioni di euro e migliaia di bollette azzerate.

Bollette azzerate?

Sembra sempre strano la prima volta che si sente. Sembrano due concetti fatti per respingersi come due calamite girate nel senso sbagliato.

Ma, per seguire la similitudine, ScelgoZero ha trovato il modo di approfittare di questo magnetismo avvicinando queste due parole, anzi rendendole inseparabili.

scelgozero azzera le bollette

Oggi in Italia è possibile azzerare le bollette per sempre. E non diciamo queste parole alla leggera!

No, non parliamo di pannelli solari o pale eoliche domestiche per produrre la propria energia.

Parliamo solo di ricevere a casa bolletta con scritto 0€ (guardane un po’ qui)

Come è possibile?

La strategia di questo progetto si può riassumere in 3 punti:

  • ridurre le spese di promozione, e quindi i costi
  • migliorare l’assistenza clienti, e quindi la soddisfazione
  • dopare il passaparola con gli sconti “porta un amico 3.0”

Ridurre le spese di promozione

ScelgoZero non spende in pubblicità, advertising, campagne televisive nè testimonia famosi.

Tutte queste spese costano alle aziende tradizionali decine se non centinaia di milioni di euro ogni anno. E indovina un po’ dove vanno a finire quegli “investimenti”? Sulla tua bolletta. Eh già.

ZERO – questo è il “cognome” del progetto – ha quindi deciso di approfittare di un altro motore di crescita, quello a volte più scontato ma anche il più rischioso: il passaparola

Migliorare l’assistenza clienti

Quante volte ci siamo lamentati con colleghi e amici della pessima assistenza ricevuta da quel gestore piuttosto che dall’altro?

  • Call center delocalizzati all’estero per risparmiare, a discapito della pazienza dei clienti
  • “Ho aspettato 35 minuti al telefono per parlare con qualcuno” “Fortunata! Io 65 e poi è caduta la linea…”
  • “Questa era anche gentile, ma non poteva fare nulla. Poteva solo dirmi come stavano le cose. Che me ne faccio?”

In ZERO questo rischio è ridotto al minimo perchè l’assistenza è 100% italiana, professionale e cordiale, e soprattutto può intervenire. O al massimo può scrivere direttamente al collega competente, in modo da risolvere qualunque criticità nel minor tempo possibile. Questo è anche uno dei vantaggi di essere più giovani e flessibili.

Infatti spesso la semplice assistenza fa buona parte del lavoro, ma non è abbastanza per crescere del 300% l’anno. Per arrivare a tanto il segreto è un altro.

Sconto porta un amico 3.0

ScelgoZero Sconto Porta un Amico 3.0

Se gli altri gestori ti promettono uno sconto una tantum solo sulla prossima bolletta , rendendo il tutto poco incentivante, ScelgoZero ti garantisce uno sconto mensile per ogni amico che porti, continuo, bolletta dopo bolletta. Porta un amico e risparmierai da quel momento in poi…

E se l’idea di portare decine di amici ti spaventa tranquillo, vinci sconti anche sugli amici dei tuoi amici, così azzerare la bolletta diventa ancora più semplice.

Quindi è il caso di dirlo…finalmente l’incubo è finito

ScelgoZero aiuta le famiglie in difficoltà a pagare le bollette: distribuiti oltre 2 Milioni di euro

Combattere la crisi è un dovere e ScelgoZero ha la soluzione per tutti

In Italia le famiglie in difficoltà purtroppo sono in continua crescita da diversi anni a questa parte.

Milioni di cittadini hanno redditi troppo bassi rispetto alle spese da affrontare o, troppo spesso, sono disoccupati e quindi senza entrate.

Si tratta di una situazione complessa che va risolta il prima possibile, passo dopo passo, per restituire il diritto a un’indipendenza economica e una vita serena.

E noi del mondo di ScelgoZero siamo orgogliosi del nostro lavoro perchè ne conosciamo bene i suoi risultati da tutti i benefici che porta all’Italia.

Vicini ai bisogni degli italiani, ma come?

Creato nel 2014 dal suo ideatore uBroker, ScelgoZero nasce con una morale alla base: aiutare le famiglie italiane.

Fin da subito abbiamo compreso che sarebbe stato un compito arduo da portare avanti. Sapevamo che ci sarebbe voluto del tempo, sudore della fronte e tanto duro lavoro.

Ma sapevamo anche che non si trattava di un’impresa impossibile.

Solo perchè prima di quel momento non era stato fatto nulla di simile, questo non significava che si trattasse di un’idea irrealizzabile.

Forse un po’ folle, ma come ogni idea rivoluzionaria, un pizzico di follia è l’ingrediente che la rende unica.

Perciò ci siamo messi all’opera, a partire dall’idea dei fondatori del gestore energetico uBroker

creare un modo per non far pagare la bolletta.

È chiaro che chiunque vorrebbe sbarazzarsi di questa spesa, troppo spesso anche pesante da sostenere a causa dei suoi continui aumenti.

Specialmente per chi ha delle difficoltà sul lato economico e della bolletta non vorrebbe saperne nulla.

Il concetto del social network è stata la chiave vincente per la creazione del progetto, tant’è che ScelgoZero è il primo social utility network al mondo. E la sua forza?

azzera le bollette dei suoi iscritti

2 milioni di euro fanno la differenza

scelgozero azzera la bolletta, non pagare canone rai

ScelgoZero, nato nel 2014, ha avuto il suo debutto ufficiale a inizio 2015 e da quel momento non ha mai smesso di crescere.

Tante sono le famiglie in difficoltà, ma altrettante lo sono quelle che nel nostro progetto hanno trovato un concreto aiuto. Giorno dopo giorno, muniti di forza di volontà e voglia di migliorare, con il passaparola ogni cliente ZERO soddisfatto ha potuto raggiungere i suoi obiettivi.

Il primo mese si è arrivati a qualche euro di sconto, il successivo a 10, poi 20, 30 e improvvisamente, in una giornata all’apparenza come tante altre, arriva la bolletta. Ma questa volta, non ci sarà alcun conto da fare o spesa da pagare: il totale sarà Zero!

Come azzerare le proprie bollette?

Ecco come siamo riusciti ad aiutare moltissime famiglie italiane, con migliaia di bollette azzerate e in totale

2 milioni di euro distribuiti in sconti

E con questo sistema è possibile azzerare anche il canone Rai, visto che fa parte delle tante voci della bolletta.

Basta alle accise, al prezzo dell’energia e anche al canone Rai. Questa è la risposta di uBroker al problema della crisi, andando incontro a tutti gli italiani.

Sconti ScelgoZero: Report 2018

Facciamo il punto sugli sconti distribuiti da ScelgoZero fino a gennaio 2018

A partire dalla sua nascita nel lontano (lontano?) 2014, il mondo ScelgoZero non ha mai smesso di regalare sconti, e soprattutto di migliorarsi.

Quella che sembrava un’idea assurda ed esageratamente visionaria, grazie all’ingegno e alla determinazione è diventata ben presto la realtà che è oggi: migliaia di bollette azzerate!

La meta è stata raggiunta? Lasciamo parlare i numeri.

I numeri incredibili di Zero sono realtà

Il 2017 ha chiuso nel migliore dei modi per ScelgoZero e tutto il team è entusiasta per i magnifici risultati conquistati.

Lo scopo del progetto è quello ridurre la spesa delle bollette dei suoi iscritti, fino a portarla definitivamente a zero, per sempre.

Ecco come fare per azzerare per sempre le bollette.

Ad alcuni può sembrare un compito semplice, ad altri letteralmente impossibile. La realtà come sempre sta nel mezzo: si tratta di un grande lavoro per il progetto. E più gli iscritti salgono di numero, più il compito diventa arduo.

Ma come già anticipato, la chiusura dell’anno è stata in linea con le aspettative.

Ma cosa più importante

abbiamo azzerato 3365 bollette

E questo numero non considera tutti i clienti con sconti al 50, 70, 99% che sono vicini all’azzeramento totale!

Tanta fortuna e buona pubblicità per riuscirci? In realtà poco di una e nulla dell’altra.

ScelgoZero sa che la fortuna può fare davvero poco. Ciò che conta è offrire un servizio ben strutturato e utile a tutti i consumatori.

E per trasmettere questo servizio, nulla viene investito in pubblicità perchè viene usato il metodo più vecchio del mondo. Più vecchio di Internet, dei cellulari e persino del marketing stesso: il passaparola.

Questo mezzo ha un potere enorme a costo zero (scusate il gioco di parole) e con un’ampia diffusione, portando così ZERO a 3365 bollette azzerate, cifra in costante crescita.

sconti scelgozero

Sveliamo gli Sconti ScelgoZero totali

La traduzione in euro di queste migliaia di bollette azzerate è motivo di vanto per tutti noi.

2 milioni di euro risparmiati dai nostri clienti.

È stata proprio la determinazione a rendere realtà questo risultato, sia da parte di ScelgoZero sia da parte di tutti i fedeli iscritti che hanno capito la forza del progetto.

Con questi 2 milioni totali, ogni “azzeratore” ha il potere di investire quegli euro risparmiati in… tutto ciò che desidera! Una volta che la bolletta è dimenticata, ci saranno centinaia di euro in più all’anno pronti per qualsiasi desiderio personale.

Noi di ScelgoZero e uBroker, grazie alla crescita di quest’azienda,  abbiamo deciso di aiutare la mensa dei poveri di Torino donando loro 1000 pasti totali.

Perchè questo è ScelgoZero: il gestore che con gli sconti ti aiuta a raggiungere i tuoi sogni.

Pellet o Legna? Qual è la stufa migliore

Qual è più efficiente tra Pellet o Legna? E quale inquina di meno? Ma soprattutto, si risparmia di più con Pellet o Legna?

Il Natale per molti è sintomo di Stufa, ma quale è meglio tra Pellet o Legna?

E’ importante sapere come gestire al meglio il riscaldamento in casa propria, in linea sia con le proprie esigenze che con le possibilità di ciascuno.

Andiamo perciò a fornire alcuni pratici consigli sul quale può essere il modello di stufa migliore per per ogni casa e famiglia, per assicurare tutto il calore delle feste.

Pellet o Legna – Legna

Pro

pellet o legna, ubroker, legna che brucia

  • il prezzo è sicuramente il primo vantaggio dato che la legna è un combustibile economico e non soggetto a importanti variazioni di prezzo
  • la corrente elettrica non è un vincolo, quindi in caso di mancanza di elettricità, la stufa non avrà alcun problema nel continuare a scaldare
  • gli amanti dell’arte possono apprezzare il fuoco della legna, caldo e naturale alla vista e che dona anche un senso di serenità
  • infine alcuni fortunati possono procurarsi autonomamente la legna, magari da un bosco o una grande zona alberata che lo permette, abbattendo il costo della materia prima

Contro

  • il rendimento è un grande nemico, in quanto inferiore tra pellet o legna vince il pellet. A pari calore bisognerà perciò aumentare la quantità di legna
  • non è possibile impostare un orario di accensione, ad esempio prima di alzarsi al mattino o prima del rietro a casa dal lavoro.
  • lo stesso vale per l’impossibilità dell’impostazione automatica di spegnimento o accensione al raggiungimento di una certa temperatura nella stanza
  • strano ma vero, tra pellet e legna il legno inquina più del pellet. Questo a causa del rilascio maggiore di particelle incombuste nell’aria

Pellet o Legna – Pellet

Pellet o Legna, ubroker

Pro

  • oltre ai vantaggi già elencati, il combustibile pellet è di facile trasporto, conservazione e immagazzinaggio, grazie ai sacchi sigillati in cui è venduto e al loro poco spazio richiesto
  • ogni stufa pellet può essere programmabile in modo che si accenda automaticamente, grazie a un vano che si apre e si chiude che permette la caduta del combustibile nel bracere
  • inoltre può anche essere impostata una temperatura da voler mantenere, senza oltrepassarla o diminuirla
  • produce infine poche ceneri di scarto, circa l’1% del suo peso iniziale e questo si traduce in ottima resa energetica e meno interventi di pulizia

Contro

  • il pellet è sempre più diffuso nelle case di tutto il mondo e questo sta portando il prezzo del combustibile ad aumentare col tempo. In ogni caso la curva di crescita è nettamente inferiore rispetto a ogni altro combustibile fossile
  • essendo collegate all’elettricità, la stufa risulterebbe inutilizzabile in un blackout
  • sul fronte prezzi infine, questa stufa è più cara rispetto al concorrente tradizionale a legna, sempre però tenendo in conto la differenza di efficienza energetica

Conclusione

Si può dire che tra pellet o legna il primo posto tra le tecnologie con la miglior qualità prezzo lo guadagna il pellet. La legna vince però nel fascino rustico e casalingo, capace di trasmettere tutto il calore del Natale.

I 3 Motivi Principali per cui Vogliamo Farti Risparmiare

Spesso ci chiedono: ma come vi è venuta questa idea?

La risposta è più semplice di quanto si creda:

1. Neanche noi vogliamo pagare le bollette

I fondatori di uBroker e ideatori del progetto ZERO, Cristiano Bilucaglia e Fabio Spallanzani, erano stanchi delle bollette da capogiro che #ognimese pagavano per le loro case e per gli uffici delle loro aziende.

Problema sentito da tutti quello delle bollette, chi più chi meno, alimentato nell’anno successivo alla fondazione dall’introduzione del Canone Rai in bolletta (anche questo azzerabile in ZERO).

E’ bastato mettere insieme due o tre idee già esistenti per rendere questo progetto realizzabile.

2. We have a dream

La bolletta da zero €. Un sogno… o quasi.

Da quando è stata ipotizzata è diventata un’ossessione, e oggi è una realtà in migliaia di case italiane. Luce o gas, puoi azzerarle davvero.

risparmia su telefono, internet, luce, gas

Con la determinazione dei fondatori, la fede dei primi clienti e la costanza dei migliori collaboratori, siamo passati in meno di 3 anni da zero a decine di migliaia di contratti attivati.

“Nel bel mezzo di un periodo di crisi che ha colpito ogni cittadino e impresa italiani, diffondere la cultura del risparmio in bolletta e aumentare le bollette azzerate non è solo una soddisfazione, ma un’immensa realizzazione.”

3. La promozione costa

Non esiste azienda senza marketing.

Ma anche i progetti più digitali/web/social del mondo hanno come principale componente il passaparola. Se poi sono progetti vincenti la voce gira anche più velocemente.

Quindi invece di spendere milioni di dollari per pubblicità in TV e testimonial strapagati, in Zero ogni cliente è un testimonial remunerato.

Più amici porti in ZERO più risparmi, e anche per questo vogliamo farti risparmiare il più possibile! 😉

 

 

I 7 Migliori Consigli per Risparmiare sul Riscaldamento

“L’inverno sta arrivando” come direbbero in Game of Thrones. Ecco 7 consigli per risparmiare.

Le temperature si abbassano e i termosifoni si accendono. Sorge quindi una domanda: Quanto si può risparmiare sulle bollette?

La risposta è sempre la stessa: dall’1 al 100%, ma se in inverno il prezzo della luce scende, il gas tenede a salire per la classica legge della domanda e dell’offerta.

Per fortuna esistono degli utili accorgimenti che possono far risparmiare molti euro alle famiglie italiane.

1. Abbassa la Temperatura

In inverno c’è chi si ammala per il freddo, ma la maggior parte si ammala per il caldo. L’aria secca riscaldata infatti è il perfetto vettore di virus e batteri. Talvolta uscire al fresco, ben coperti, per una camminata veloce, è il miglior modo per star bene.

Inoltre, ogni grado di temperatura oltre i 20°C aumenta i consumi del 20%, quindi risparmia in bolletta e in salute, abbassa la temperatura.

2. Controlla la Caldaia

Una caldaia in salute è sinonimo di efficienza energetica e di affidabilità.

Se l’apparecchio ha diversi anni di vita, conviene fare un’accurata revisione e valutare se cambiarla.

La caldaia a condensazione può essere la migliore soluzione sul mercato. Questa recupera il calore disperso dal camino e lo sfrutta per riscaldare l’ambiente.

Seppur più cara delle classiche caldaie, può portare un risparmio complessivo del 20% in bolletta.

3. Usa le Valvole Termostatiche

usare valvole termostatiche per risparmiare

Perchè scaldare tutte le stanze allo stesso modo se non le usiamo allo stesso modo?

Ogni stanza vuota riscaldata è uno spreco di energia e quindi di soldi.

Le valvole termostatiche nascono proprio per eliminare questi inutili sprechi. Consentono di regolare, o bloccare del tutto, il circolo di acqua calda in ogni termosifone.

Si potrà quindi scegliere se riscaldare completamente o parzialmente una stanza, oppure lasciarla al freddo.

4. Isola gli infissi

Spifferi e vetri singoli sono i peggiori nemici dell’isolamento termico, a sua volta nemico del risparmio.

Se investire in infissi ben isolati e con doppi vetri di qualità è fuori discussione, si possono utilizzare paraspifferi e guide isolanti nelle finestre attuali per ridurre nettamente la dispersione.

5. Termostato Intelligente

7 metodi per pagare meno in bolletta

Magari decidi di trascorrere il weekend fuori casa.

Con il termostato programmabile potrai disattivare il riscaldmento in tutta la casa, direttamente dall’ufficio. In più potrai programmare la riaccensione un’ora o due prima di rientrare, così da trovare quell’accogliente tepore una volta varcata la soglia.

Alcuni modelli moderni, prodotti ad esempio dall’azienda Nest di Google, offrono un collegamento diretto.

Si possono collegare ai propri dispositivi elettronici tramite un’app, consentendone il controllo remoto.

6. Libera gli Spazi

La diffusione di calore viene spesso bloccata dagli oggetti.

Un divano a 20 cm dal termosifone infatti assorbirà molto calore e bloccherà il flusso d’aria. Il risultato sarà una zona molto calda, quella dietro al divano, e una stanza meno riscaldata.

E’ importante infatti lasciare libero lo spazio vicino ai termosifoni

7. Pannelli Riflettenti

Un’altra pratica poco usata è quella di installare dei pannelli riflettenti tra muro e termosifone, così da irradiare nella stanza il 100% del calore prodotto senza perderne una buona parte nel muro adiacente.

Gli stessi pannelli si possono usare anche su altri muri della casa. Coprendo quelli più freddi si potrà scaldare di più spendendo meno.

Conclusione

Oggi ci sono tecnologie smart che ci permettono di avere maggiore controllo sulle nostre spese, abbiamo pannelli riflettenti e valvole termostatiche, ma ciò che conta è lo stile di vita.

Nessuno vuole risparmiare accumulando rinunce, per questo esistono progetti come il nostro che permettono di azzerare le bollette senza azzerare i consumi.

Seguendo questi consigli potrai mantenere il tuo stile di vita, ma soprattutto puoi azzerare le bollette in meno tempo degli altri.

Risparmiare Carburante in Macchina: Come Fare?

Benzina e Diesel sono due spese indispensabili, ma esistono dei consigli a riguardo

Utilizzare l’automobile è necessario, ed è anche da tenere in conto che ogni volta che si gira la chiave, questo avrà un impatto sul portafoglio.

Inoltre, la maggior parte dei veicoli in circolazione oggi sono con motore a combustione e non elettrici. E questi motori richiedono un maggior costo e consumo.

Ma nulla è ancora perduto, perché esistono molti modi per poter salvaguardare il rifornimento.

La fisica su strada

Un grande impatto al consumo è dato sia dalle condizioni esterne del mondo che da quelle della propria vettura.

Per iniziare, è importante sapere che in base al clima, si avrà un diverso consumo: ad esempio, viaggiando contro vento, la macchina dovrà vincere la resistenza dell’aria. E questo porterà a una richiesta maggiore di energia.

Quando piove questo effetto si moltiplica: la resistenza dell’acqua influisce sia sul movimento dell’auto che sul rotolamento delle ruote.

Stesso discorso vale quando sull’automobile viene aggiunto un porta pacchi, che ostacola la corsa del vento e aumenta il consumo di circa il 5%.

Altro dogma è la pressione dei pneumatici, che deve sempre essere quella corretta. Sarà molto utile, specialmente prima di un lungo viaggio con magari anche molti bagagli.

Questo perché se la gomma è sgonfia fatica di più a ruotare a causa dell’attrito con l’asfalto.

E muovere il volante in strada ha lo stesso effetto: è perciò utile evitare di oscillare inutilmente o effettuare movimenti non utili.

Infine, un grande impatto è dato dai finestrini aperti, specialmente ad alte velocità. La causa è sempre legata all’aria che genera una resistenza.

E tu come guidi?

L’altro elemento che porta più spesso dal benzinaio è il proprio stile di guida. Va infatti a impattare molto:

  • una velocità moderata e costante può portare a circa 110 euro in più all’anno nel portafoglio
  • risparmiare sull’aria condizionata ne farà guadagnare altri 35
  • frenare con calma e non accelerare di fretta portano a circa 90 euro di rispamio annui

risparmio carburante, carburante come risparmiarlo

Quasi 250€ di sprechi evitati solamente grazie a qualche accorgimento quotidiano.

La soluzione migliore ad oggi è senz’altro il motore ibrido. Il consumo rispetto a un motore a combustione è inferiore, la ricarica costa di meno e l’ambiente ringrazia.

 

 

Le 3 Cose Essenziali da Sapere Sulla Bolletta

Quando pagare, quando eliminare e conseguenze del mancato pagamento: c’è una risposta a tutto.

Le bollette sono spesso causa di dispiaceri per i molti clienti di ogni giorno.

Tra scadenze di pagamento, possibili solleciti e diffide o, ancora, sapere per quanto tempo va conservata, non sempre si riesce a memorizzare il tutto.

Perciò conviene tenersi informati su questi punti, per non incorrere in sanzioni o futuri problemi col gestore.

1. Mensili, bimestrali oppure …

La periodicità di pagamento delle bollette non è fissa per ogni famiglia o persona, ma varia a seconda di alcuni parametri.

Prima di tutto è essenziale sapere se il proprio fornitore di energia rientra nel mercato libero o tutelato. Questo perché all’interno del mercato libero, la periodicità è stabilita dall’azienda che stipula il contratto.

Nel mercato tutelato, invece, la periodicità dipende da:

  • la tipologia del contratto stipulato con l’azienda
  • Il gas annuo totale che viene consumato (nel caso di bollette del gas)

Riguardo al secondo punto, in base al numero standard metri cubi/anno, la bolletta sarà:

  • quadrimestrale per consumi fino a 500 Smc
  • trimestrale per consumi tra 500 e 5.000 Smc
  • mensile per consumi oltre 5.000 Smc

2. Quando posso buttare le bollette nella spazzatura?

Sarebbe troppo bello se, dopo il pagamento, ci si potesse sbarazzare della bolletta fisica, senza alcun pensiero. Purtroppo la legge impone di conservare il documento per 10 anni dalla data del pagamento.

bollette quando buttarle, devo conservare le bollette

In passato il tempo obbligatorio era di 5 anni, ma a seguito dell‘annessione del canone Rai all’interno della bolletta, ecco che gli anni sono raddoppiati.

Questo perché il canone Rai ha un tempo di prescrizione di 10 anni. Perciò, dato che il canone è ora contenuto nella bolletta, ogni cliente è tenuto a conservarle per un totale di 10 anni, evitando così possibili sanzioni.

3. Scadenza di pagamento non rispettata: la temuta diffida

Che sia intenzionale o meno, non è strano che il cliente possa mancare il pagamento di una bolletta.

E proprio perché è piuttosto comune, non è il caso di disperarsi. Infatti, il gestore invierà al proprio cliente un sollecito nel quale specificherà la prossima data entro il quale dovrà saldare.

E se il sollecito non dovesse essere sufficiente? A questo punto entra in gioco la diffida, che comporta:

  • l’aggiunta di un interesse di mora al prezzo standard da pagare
  • il rischio di vedersi staccare la corrente senza preavviso

In ogni caso conviene sempre rispettare i tempi di pagamento stabiliti dal gestore, evitando così ogni tipo di problema.